Il patrimonio

Il Morbihan dei Megaliti

I megaliti, costruiti nel Neolitico, costituiscono un patrimonio particolarmente ricco del Morbihan.

Gli allineamenti di Carnac, uno dei più grandi complessi megalitici di questo tipo al mondo (con quasi 3000 menhir), è un luogo unico da scoprire. Prima di recarsi in questo importante sito della preistoria europea, è possibile visitare la Casa dei Megaliti, per comprendere meglio le nozioni di menhir, dolmen, tumulo o cairn.

Se desiderate continuare la vostra scoperta dei megaliti, il Golfo del Morbihan propone altri siti eccezionali: potete imbarcarvi verso l’isola di Gavrinis o l’isola des Moines per una visita guidata dei loro cairns, dove potrete scoprire voi stessi menhir e dolmen.

Il Gran Menhir frantumato e la Table des Marchands de Locmariaquer sono anche significative testimonianze della preistoria nel Golfo del Morbihan.

Oltre a questi grandi siti, è possibile scoprire molti altri megaliti sparsi nel paesaggio del Morbihan: all’ansa di una strada nel paese di Port-Louis e dell’Etel o nell’entroterra di Vannes.

Il patrimonio architetturale del Morbihan

Le antiche città medievali di Morbihan

Sul lato del mare, le città di Vannes e Auray testimoniano l’architettura del Medioevo: Vannes, città fortificata che ha conservato molti dei suoi bastioni, strette strade acciottolate, porte medievali, la sua cattedrale e 170 case a graticcio; Auray, città più piccola, il cui quartiere di Saint-Goustan ha case molto antiche con basamenti in pietra che sostengono mensole scolpite e finestre a crociera lungo i suoi vicoli.

Sulla terraferma, lungo i vicoli di diverse città medievali, come Josselin o Rochefort-en-Terre, si possono ammirare belle case tipiche di quell’epoca.

I castelli del Morbihan

Diversi castelli impreziosiscono il Morbihan. Verso il mare, il Castello di Suscinio, residenza di caccia dei duchi di Bretagna, è particolarmente imponente con i suoi fossati e le sue torri. Nei pressi di Vannes, il castello di Plessis Josso, la cui funzione era prevalentemente agricola, costituisce un bel complesso feudale il cui recinto fortificato con torri e mura merlate è ancora ben conservato.

Sulla terraferma, il castello di Josselin, che si affaccia sul fiume Oust, vi sedurrà, così come tutte le case medievali del suo villaggio. Il Château des Rohan a Pontivy è anche una bella residenza da scoprire.

Le cittadelle del Morbihan

La Cittadella di Port-Louis, costruita nel XVI secolo, si trova all’ingresso del porto di Lorient. Oggi è possibile visitare un museo della Compagnia Delle Indie e un museo nazionale della Marina. La Cittadella Vauban di Belle-Ile-en-Mer, che domina il porto de Le Palais, è un sito architettonico eccezionale, molto ben restaurato.

Il patrimonio religioso in Morbihan

Il santuario di Sainte Anne d’Auray, la cappella di Saint-Cado, la chiesa di Saint-Cornely de Carnac, la cappella di Rochefort-en-Terre e molte chiese del Morbihan costituiscono un ricco patrimonio religioso, attorno al quale sono ancora organizzati i Pardons.